logo Winckler’s Webzine
Le site personnel de Martin Winckler
logo

 Sommaire | Edito | In italiano | Courriers et contributions | Contraception et gynécologie | Radio et télévision | Lectures | Mes Bouquins | Les médecins, les patients, et tout ce qui s’ensuit... | WebTV | Être un(e) adulte autiste...
Recherche
In italiano > Contraccezione e ginecologia >

SCHEDA TECNICA
La pillola. Come prenderla ? Cosa fare quando la si dimentica ? (versione aggiornata)
Articolo del 7 febbraio 2009 (aggiornato il 17 Febbraio 2009)
Article du 14 mai 2010

(Questo articolo è la traduzione di :)

"La pilule : Comment la prendre ? Que faire quand on l’oublie ? (version mise à jour)"

La pillola. Come prenderla ? Cosa fare quando la si dimentica ? (versione aggiornata)

Articolo del 7 febbraio 2009 (aggiornato il 17 Febbraio 2009)

Tradotto il 19 Dicembre 2009 (traduzione aggiornata il 27 Marzo 2010)

Nota bene : queste raccomandazioni non sono una mia invenzione. Sono una sintesi delle attuali conoscenze sull’argomento così come sono diffuse dagli organismi internazionali che contribuiscono all’educazione del medico e del pubblico sulla contraccezione - sia nei paesi in via di sviluppo che in quelli sviluppati-. (N.B. MW non usa il termine “medico”, utilizza invece un termine più interessante e che in italiano è poco usato come sostantivo : “soignant” ovvero colui che cura, “il curante” ; N.d.T.).
Leggere le istruzioni su come prendere la pillola pubblicate da “Population Reports”, rivista internazionale dedicata al controllo delle nascite.
Queste informazioni sono le stesse che ho redatto per il sito dell’INPES "Choisir sa contraception.fr" (ovvero : scegliere la propria contraccezione ; per quanto riguarda l’INPES, si tratta de l’Institut National de prévention et d’éducation pour la santé, ovvero l’Istituto nazione di prevenzione ed educazione alla salute, un istituto sotto la tutela del ministero della salute che si occupa, fra l’altro, di salute pubblica e prevenzione N.d.T.)

Per cominciare : delle definizioni

1° Esistono due tipi di pillole contraccettive

Le pillole estro-progestiniche o “combinate”. Come indica il loro nome queste combinano due ormoni : un progestinico ed un estrogeno che è sempre lo stesso : l’etinil-estradiolo (se c’è questo nome sulla scatola, la vostra è una pillola estro-progestinica). Ci sono circa una trentina di marche in Francia (e in Italia sono altrettante, N.d.T.). In genere (salvo tre eccezioni : Minesse, Mélodia, Varnoline Continu, che hanno 28 compresse) si prendono per tre settimane al mese, con una settimana di interruzione fra una confezione e l’altra (anche Italia sono 3 le marche di pillole con 28 compresse : Minesse, Arianna e Yaz, N.d.T.) Le pillole progestiniche contengono invece il solo progestinico -come suggerisce il loro nome -. In Francia sono poche (Microval, Milligynon, Cérazette... ma se è per questo, in Italia ce ne sono ancora meno : una sola -Cerazette- detta la “minipillola”). Si prendono in maniera continuativa (365 giorni l’anno, senza interruzioni).

Leggere le istruzioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità su come cominciare una contraccezione (in inglese)

Leggere anche : come non perdersi fra tutte queste pillole

2° Come fanno le pillole estroprogestiniche ad impedire che io resti incinta ?

Circa una volta al mese una piccola ghiandola del cervello, l’ipofisi, stimola le ovaie a fabbricare un ovulo. Se alla fine l’ovulo non è fecondato l’ipofisi ricomincia il mese dopo. Se l’ovulo è fecondato la donna si ritrova incinta : comincia la gravidanza ! Quando la gravidanza è in corso non si ha alcuna ovulazione. Gli ormoni prodotti durante la gravidanza che circolano nel sangue sono “sentiti” dall’ipofisi che di conseguenza la smette di far partire nuove ovulazioni per nove mesi. È grazie a questo “blocco” naturale che le donne non possono restare incinte di più bebé di età differenti ed allo stesso tempo !

Le pillole estroprogestiniche agiscono con lo stesso principio : bloccano l’ovulazione. Gli ormoni contenuti nella pillola, che circolano nel sangue dopo essere stati assorbiti, riproducono lo stato ormonale tipico della gravidanza e fanno credere all’ipofisi (ma anche a tutto il corpo di colei che prende la pillola) che ci sia una gravidanza in corso. È per questo motivo che la pillola in alcune donne provoca delle nausee e fa gonfiare il seno, proprio come durante la gravidanza. Riassumendo : per evitare la gravidanza, la pillola combinata fa credere al corpo della donna di essere già incinta !

Come fanno le pillole progestiniche a proteggere da una gravidanza ?

Gli effetti della pillola progestinica sono meno “importanti” di quelli della pillola “combinata”. Il progestinico da solo, infatti : - rende più dense (“ispessite”) le secrezioni vaginali che risultano “impenetrabili” agli spermatozoi e a volte -ma non sempre- mette a riposo l’ovulazione. Gli effetti della pillola progestinica sono meno “sicuri” di quelli della pillola combinata (questo è vero soprattutto prima dei 35 anni). Prima di quell’età, infatti, l’ovulazione è molto potente. Dopo i 35 anni si pensa che i due tipi di pillola abbiano un’efficacia simile. Si pensa che l’ultima pillola progestinica uscita, Cérazette (Cerazette c’è anche in Italia, ma senza accento, N.d.T.), provochi più spesso una sospensione dell’ovulazione, rispetto alle altre pillole progestiniche pure (Microval, Milligynon ; comunque in Italia non esistono, N.d.T.).

PILLOLA, ISTRUZIONI PER L’USO

La pillola, è un metodo contraccettivo efficace ?

L’efficacia dei tre tipi di pillola è grande, superiore al 99%. L’efficacia può diminuire per colpa delle dimenticanze (più o meno gravi secondo il tipo di pillola), per gli effetti indesiderati (come il seno gonfio e la nausea) che fanno smettere di prenderla e per l’interazione con alcune medicine. Per tutti questi motivi l’uso della pillola si accompagni a circa un 8% di fallimenti... Questo significa : 10 volte di più rispetto ad un dispositivo intra-uterino, o “spirale” N.d.T.).

Ci sono pillole più efficaci di altre ?

In teoria le pillole progestiniche hanno soprattutto un effetto “barriera” (impediscono il passaggio degli spermatozoi) e sono quindi un po’ meno efficaci delle pillole combinate e dei trattamenti progestinici (che addormentano l’ovulazione). In pratica, se prese senza dimenticanze, i tre tipi di pillole hanno un’efficacia identica, e soprattutto a partire dai 35 anni (quando la fecondità è un po’ ridotta). Comunque : una pillola progestinica presa con regolarità è più efficace di una pillola combinata che si dimentica.

Mi han detto di cominciare la mia confezione di pillole il primo giorno delle mestruazioni, ma il mio ciclo è irregolare. Cosa devo fare ?

La contraccezione con la pillola può essere iniziata in qualsiasi momento. E, se non volete restare incinte... prima cominciate meglio è !
Una pillola combinata “addormenta” l’ovulazione dopo 7 giorni. Una pillola progestinica è efficace dopo 48 ore. Un trattamento progestinico è efficace dopo 48 ore, come la pillola progestinica, ed “addormenta” l’ovulazione come una pillola combinata, cioè dopo 7 giorni. Se cominciate a prendere una pillola combinata, l’unica precauzione è quella di usare il preservativo per i primi 7 giorni dall’inizio del trattamento.
Potete iniziare quando volete anche a prendere la pillola progestinica (o a iniziare il trattamento progestinico). In questo caso è sufficiente usare il preservativo per i primi due giorni.
In ogni caso : è consigliabile assicurarsi (facendo un test di gravidanza) di non essere (già) incinte quando si comincia a prendere la pillola.

Perché bisogna smettere di prendere la pillola combinata una settimana al mese mente le pillole progestiniche possono essere prese tutti i giorni ?

L’effetto della pillola progestinica dura solo 27 ore e per questo motivo occorre prenderla tutti i giorni. Però, dal momento che non “addormenta” l’ovulazione, le mestruazioni vengono il giorno previsto (in genere), anche prendendola tutti i giorni.
Una pillola combinata, invece, “addormenta” l’ovulazione proprio come la gravidanza. Proprio per questo motivo, se presa senza interruzioni, chi la usa non avrà le mestruazioni.
Si fa sospendere la pillola per una settimana perché vengano le mestruazioni a chi la usa. A dire il vero queste “mestruazioni” sono solo dei sanguinamenti provocati dalla sospensione della pillola. La sospensione la si fa durare 7 giorni così da ricominciare a prendere la pillola sempre lo stesso giorno della settimana senza comprometterne l’efficacia.

Sono protetta durante la settimana di sospensione della pillola ?

Certo che sì. Una volta che l’ovulazione è addormentata ci vuole più di una settimana perché si “risvegli”. Durante la settimana di sospensione potete stare tranquille a patto che ricominciate la confezione successiva alla fine dei sette giorni e non più tardi. È però possibile prendere la pillola in maniera continua, senza interruzione.

Sono obbligata a far passare sempre una settimana fra una confezione di pillole e l’altra ?

No, potete cominciare il blister successivo prima del previsto... anzi : questo aumenta l’efficacia della pillola ! Ci sono infatti due metodi per evitare il fallimento della contraccezione con la pillola combinata :
1) sospendere la pillola solo per 4 giorni solamente (ovvero iniziare una nuova confezione quando cominciano i sanguinamenti)
2) cominciare la nuova confezione senza fare interruzioni.

Posso prendere la pillola combinata senza interruzioni per diversi mesi ?

Sì ! Come potete leggere sopra, la settimana di sospensione della pillola è stata stabilita perché le donne avessero l’impressione di avere le mestruazioni una volta al mese. È un modo per “imitare” il ciclo “naturale”. Ma non sono vere mestruazioni. Sono sanguinamenti provocati artificialmente dalla sospensione della pillola.

Prendere la pillola in maniera continua è comodo per :
- le donne che hanno emicranie durante i giorni di sospensione della pillola
- le donne che soffrono di sintomi premestruali (dolori al basso ventre, seno gonfio, crampi durante le mestruazioni) durante la settimana di sospensione
- le donne che soffrono di anemia per mestruazioni molto abbondanti
- le donne che soffrono di endometriosi : la pillola “in maniera continua” è efficace sia per i dolori e che per i sanguinamenti
- le donne affette da malattia dell’ovaio policistico (o micropolicistico, o micro/policistosi ovarica ; N.d.T.)
- le donne che soffrono di epilessia e in cui l’epilessia si scateni al momento delle mestruazioni.

Inoltre, per concludere : prendere la pillola in maniera continua ne aumenta l’effetto contraccettivo !

È pericoloso prendere la pillola in maniera continua ?

No. Infatti anche tutti i metodi contraccettivi elencati qua sotto vengono presi in maniera continuativa :
- pillole progestiniche
- impianto (rilascia ormoni progestinici in maniera continua per tre anni)
- DIU ormonale (rilascia ormoni progestinici in maniera continua per 5 anni)
- progestinici terapeutici (sono presi in maniera continua in alcune malattie)
- progestinici iniettabili (1 iniezione ogni tre mesi, senza “pausa” fra le due iniezioni).
Quindi : non solo non c’è nulla di male a prendere la pillola combinata in maniera continua, ma -ancora una volta- se ne aumenta l’efficacia !

Ho paura di dimenticare di prendere la mia pillola combinata. Che posso fare ?

Prendetela al mattino, invece che alla sera (se la dimenticate alle 8 del mattino e la prendete a mezzogiorno non c’è nessun problema)
Prendetela mentre fate un’azione abituale :
- quando vi truccate, o vi struccate
- quando vi mettete le lenti (se le mettete tutti i giorni)
- quando vi lavate i denti.

Inoltre :
- tenete sempre con voi una confezione di pillole “d’emergenza” in borsa : se state fuori tutta una notte o se una volta non potete tornare a casa, potete sempre prendere una pillola dalla confezione d’“emergenza”
- tenete sempre con voi la ricetta per la pillola. Se dimenticate la pillola mentre siete in viaggio o in vacanza, potrete sempre farvela dare in una qualsiasi farmacia francese (e lo stesso vale se siete italiane ed in viaggio in Italia ; N.d.T.).
Se dimenticate spesso la pillola (più volte al mese) prendete l’abitudine di fare una sospensione di 4 giorni fra le due confezioni, e non di 7. Oppure : prendetela senza fare la sospensione. In questo modo una dimenticanza non avrà conseguenze.
In ogni caso : se trovate fastidioso prendere la pillola pensate di passare al DIU o all’impianto (è un contraccettivo ormonale -progestinico- a forma di bastoncino che viene inserito sotto la cute e dove può restare per anni ; N.d.T.).

Che fare se si dimentica la pillola combinata ?

Durante la settimana di sospensione della pillola l’ovulazione è completamente addormentata. Però, se dopo la settimana di sospensione l’utilizzatrice si dimentica -o tarda- a cominciare la nuova confezione, l’ovulazione può ricominciare.
È quindi molto più problematico dimenticare una pillola (con un ritardo maggiore di 12 ore) durante la prima settimana di una nuova confezione. In compenso dimenticare una pillola durante la seconda o terza settimana non ha conseguenze : dopo 7 giorni l’ovulazione è addormentata per bene, e c’è bisogno di più di una settimana perché si risvegli.

Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in caso di dimenticanza della pillola combinata :

Le dimenticanze di meno di 12 ore non hanno conseguenze.

Se la dimenticanza è superiore alle 12 ore :

se avete dimenticato una delle prime 7 pillole della confezione :

- prendete la pillola il prima possibile (il giorno dopo)
- usate il preservativo per i 7 giorni dopo la dimenticanza (bisogna che l’ovulazione si addormenti di nuovo)
- se (e solo se) avete avuto un rapporto sessuale non protetto durante i 5 giorni prima della dimenticanza ricorrete anche alla contraccezione d’urgenza (“pillola del giorno dopo” ; N.d.T.).

se avete dimenticato una delle 7 pillole nel mezzo della confezione (dalla 8 alla 14) :

- non c’è altro da fare che prendere il prima possibile la pillola dimenticata, e continuare normalmente con le altre.
se avete dimenticato una delle ultime 7 compresse (dalla 15 alla 21) :
- basta prendere la pillola dimenticata il prima possibile, e -finita la confezione- cominciarne subito una nuova senza interruzione.

Che fare quando si dimentica la pillola progestinica (PP) ?

Le PP sono efficaci per 27 ore di fila. In linea di massima, dunque, vanno prese tutti i giorni, circa alla stessa ora (al massimo 3 ore dopo). Passate le 27 ore l’effetto “barriera” non è più assicurato. Se il ritardo è di più di tre ore :
1° se dopo il ritardo avete già avuto un rapporto sessuale,
- prendete la pillola dimenticata il prima possibile
- ricorrete a una contraccezione d’urgenza (la pillola del giorno dopo, N.d.T.)
- usate il preservativo per 48 ore (le pillole progestiniche ci mettono solo qualche ora per agire.
2° se non avete avuto rapporti sessuali dal momento in cui avete dimenticato la pillola :
- prendete la pillola dimenticata il prima possibile e continuate il resto della confezione come al solito
- usate il preservativo per 48 ore (le pillole progestiniche ci mettono solo qualche ora per agire.

TUTTE LE DOMANDE CHE VI FATE SULLA PILLOLA

Non sopporto (o non sopporto più) la mia pillola. Cosa devo fare ?
Una pillola inadatta ha degli effetti secondari : nausea, seno gonfio e dolente, emicranie, ritenzione idrica, sanguinamenti ecc. Se avete uno di questi sintomi domandate al vostro medico che vi cambi di contraccezione.

Ho l’acne e mi hanno prescritto una pillola che contiene il ciproterone (Diane, Holgyème, etc. ; in Italia esiste solo Diane, N.d.T.). Va bene ?
In molti paesi (fra cui la Francia ; e anche l’Italia, N.d.T.) questa medicina è usata solo per l’acne e non viene considerata come un contraccettivo. Le evidenze scientifiche su questo punto (ovvero la sua efficacia come contraccettivo, N.d.T.) non sono state ritenute sufficienti. Può inoltre dare dei problemi non indifferenti : il rischio di flebite è maggiore nelle medicine che contengono il ciproterone. Quindi, dal momento che molte (altre) pillole contraccettive hanno un effetto benefico sull’acne, non è raccomandabile prendere pillole con ciproterone. Queste hanno infatti un effetto contraccettivo non noto e rischi più elevati.

Mi hanno prescritto una pillola che non è mutuabile. Posso chiedere che me la sostituiscano con una mutuabile ?
In Francia solo una mezza dozzina di pillole sono mutuabili (anche in Italia ; N.d.T.). Potete assolutamente chiedere al vostro medico di prescrivervi una di quelle. Se però la pillola che vi hanno prescritto non è rimborsabile, ma è proprio quella più adatta a voi, confrontate il prezzo di questa pillola in diverse farmacie. I prezzi possono variare molto da una farmacia all’altra.

Se resto incinta mentre prendo la pillola, è pericoloso per il mio bambino/a ?
Se scoprite di essere incinte e prendete la pillola, e desiderate continuare la gravidanza, potete farlo senza paura che vostro figlio/a nasca con anomalie o malformazioni. Tutti gli studi su questo argomento dimostrano che i “bimbi-pillola” non hanno un maggior rischio di malformazioni rispetto a quelli concepiti “senza pillola”.

Fumo, posso prendere la pillola ?
È il tabacco ad essere pericoloso, e non la pillola. Sono solo le pillole combinate (con etilen-estradiolo) a dare dei problemi se si fuma, ma solo quando si fuma da molto tempo. Infatti, nelle donne che prendono la pillola, i problemi cardiaci legati al tabacco cominciano -in genere- dopo i 35 anni. Fra i 15 e i 30-35 anni, fumare prendendo la pillola non è più pericoloso che fumare senza prendere la pillola (la pillola non aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari). Prima dei 35 anni, quindi, potete prendere la pillola combinata anche se fumate. Dopo i 35 anni, se fumate, il vostro medico non potrà più prescrivervi la pillola combinata ma dovrà proporvi qualcos’altro : pillola progestinica, DIU al rame o ormonale, impianto (tutti metodi che possono essere prescritti, senza alcun pericolo, ad una donna che fuma a prescindere dall’età). Una donna di più di 35 anni, senza fattori di rischio cardiovascolare, e che non ha mai fumato (o ha smesso da più di 10 anni), può prendere la pillola combinata fino a 50 anni !

La pillola aumenta il rischio di cancro al seno ?
Il “rischio” di cancro al seno è un indice di probabilità, non una certezza. Inoltre il primo fattore di rischio è il tempo : i tumori aumentano con l’età della donna.
- a 30 anni : il rischio di sviluppare un cancro al seno è di 1 su 2525 (1 donna su 2 525 ha un cancro al seno a 30 anni)
- a 40 anni : 1 donna su 217 si ammala di cancro al seno (4/1000 circa)
- a 50 anni : 1/50 (2%)
- a 60 anni : 1/24 (4%)
- a 70 anni : 1/14
- a 80 anni : 1/10
Questo vuol dire (e non bisogna dimenticarlo) che a 40 anni 216 donne su 217 non hanno un cancro al seno. A 50 anni sono 98 su 100 a non averlo, ecc. Fra le donne che prendono la pillola, il rischio è aumentato solo in quelle che prendono la pillola combinata (con etinil-estradiolo) fino ai 40-45 anni. Se si smette la pillola combinata a 35 anni e si passa ad un’altra contraccezione, il rischio di sviluppare un cancro del seno è identico a quello delle donne che non l’hanno mai presa.

Il mio medico vorrebbe farmi fare un dosaggio del colesterolo prima di cominciare a prendere la pillola. È utile ?
Per la maggior parte delle donne che prende la pillola : no. L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) pubblica regolarmente il documento “Criteri di ammissione per l’adozione e l’uso in maniera continua dei metodi contraccettivi” (aggiornato l’ultima volta nel 2006). Questo documento non contiene neanche una volta la parola “colesterolo”. Quindi, tranne che nei (rari) casi di familiarità per una malattia dei lipidi (ovvero i grassi, come il colesterolo ; N.d.T.), il dosaggio del colesterolo è inutile nelle donne che prendono la pillola. Un moderato aumento del colesterolo è normale se si prende la pillola, ma non è pericoloso. È inutile, quindi, smettere di prendere la pillola o spaventarsi.

È necessario sottoporsi (subire) un esame ginecologico (con PAP test, o “striscio” N.d.T.) e un esame del seno per prendere la pillola ?
No. L’unica cosa da fare prima di cominciare a prendere un contraccettivo ormonale è misurare la pressione arteriosa. L’età alla quale bisogna fare il primo “striscio” vaginale è 25 anni (o 8 anni dopo il primo rapporto sessuale). La prima volta che si chiede una contraccezione l’unica cosa della quale il medico deve assicurarsi (facendo delle semplici domande) è che non abbiate delle controindicazioni a prendere l’una o l’altra pillola. Se siete in buona salute e non avete alcun particolare problema, è del tutto inutile farvi fare visite ginecologiche e/o esami particolari per prescrivervi la pillola (questo fino ai 25 anni). In Francia tutte le pillole contraccettive possono essere prescritte per 12 MESI. Questo è permesso dalla legge e dalla sicurezza sociale. Domandate quindi al vostro medico di farvi la prescrizione per un anno. (In Italia, al massimo, la durata della ricetta per la pillola è di 6 mesi... ;N.d.T.).

Quali farmaci diminuiscono l’efficacia della pillola ?
Certe medicine possono diminuire l’efficacia delle pillole contraccettive (sia quelle estroprogestiniche che quelle progestiniche) e anche dell’impianto.

Ecco la lista :

• antitubercolari : rifabutina (Mycobutin), rifampicina (Rifadin)

• farmaci anti-epilettici : fenobarbital (Gardenale, Luminale), fenitoina (Dilantin, Dintoina), primidone (Mysoline), carbamazepina (Tégrétol), topiramato (Topamax), vigabatrin (Sabril)

• antifungini : griseofulvina (Fulcin, Griseofulvina, Grisovina)

• antivirali, ed in particolare quelli usati nella terapia dell’AIDS : ritonavir, nelfinavir, efavirenz, nevirapina.

In compenso, la maggior parte degli antibiotici che sono usati nelle situazioni più comuni hanno dimostrato di non alcun effetto sull’efficacia della pillola contraccettiva.

Martin Winckler (tradotto da Matteo Coen)

IMPRIMER
Imprimer


RSS - Plan du site  - Site conçu avec SPIP  - Espace Privé