logo Winckler’s Webzine
Le site personnel de Martin Winckler
logo

 Sommaire | Edito | In italiano | Courriers et contributions | Contraception et gynécologie | Radio et télévision | Lectures | Mes Bouquins | Les médecins, les patients, et tout ce qui s’ensuit... | WebTV | Être un(e) adulte autiste...
Recherche
In italiano > Contraccezione e ginecologia >

BUONO A SAPERSI !
Contraccezione d’urgenza : due metodi molto efficaci
Articolo del 19 Aprile 2005 (Tradotto il 3 Agosto 2010)
Article du 9 août 2010

In qualsiasi momento della vita si può avere un rapporto sessuale non protetto. Può capitare da adolescenti, per mancanza di esperienza, quando si comincia a vivere la sessualità. Può accadere, però, anche da adulti, in maniera imprevedibile, per dimenticanza, per errore o se qualcosa va storto con il metodo contraccettivo. La contraccezione d’urgenza permette di rimediare agli errori di questo tipo. Ecco descritti due metodi efficaci.

In quali circostanze bisogna pensare alla contraccezione d’urgenza ?

- Se avete avuto un rapporto sessuale non protetto (senza preservativo) in un qualsiasi momento del ciclo (non esistono -infatti- momenti “senza rischio di gravidanza”).
- Se avete avuto un rapporto sessuale con preservativo... ma il profilattico è scivolato via o si è rotto. Leggi un articolo sull’efficacia contraccettiva del preservativo
- Se avete dimenticato una delle pillole all’inizio della confezione ed avete avuto un rapporto sessuale la settimana prima o la settimana dopo questa dimenticanza. Dimenticare una delle prime sette pillole di una confezione (una pillola della prima settimana) vuol dire esporsi a un maggior rischio di gravidanza. Leggi : “La pillola, come prenderla e cosa fare in caso di dimenticanza ?”.

Con quali metodi si fa una contraccezione d’urgenza ?

1° Contraccezione d’urgenza ormonale

Il metodo raccomandato è l’utilizzo di un farmaco contraccettivo contenente solo il progestinico. Si chiama levonorgestrel, ed è venduto con il nome di Norlevo o di Levonelle. Le donne/le coppie che hanno dei rapporti sessuali con il preservativo è meglio che comprino Norlevo/Levonelle in anticipo e che la tengano accanto ai profilattici.

In Francia (il paese al quale Martin Winckler fa riferimento nel suo articolo, essendo francese) la “pillola del giorno dopo” può essere data in maniera anonima nelle farmacie e nei centri di pianificazione pubblici o privati [1]. In Italia, invece, la “pillola del giorno dopo” la si può comprare solo presentando la ricetta medica alla farmacia -la ricetta deve contenere : nome, cognome e data... e non è ripetibile-.

Le due pillole presenti sul mercato italiano (Norlevo e Levonelle) costano circa 12 euro.

Nota bene : QUALSIASI MEDICO, a prescindere dalla specialità può prescrivere "la pillola del giorno dopo" (ad es. medico del pronto soccorso, guardia medica, medico di base, ginecologo, ortopedico, neurologo e chi più ne ha più ne metta... anche il neolaureato in medicina -se ha fatto l’esame di abilitazione professionale !-).
Inoltre : dal momento che “la pillola del giorno dopo” non ha un effetto abortivo, né i medici né i farmacisti possono appellarsi all’obiezione di coscienza e non prescriverla/non darla a chi la richiede. Nonostante questo esistono medici e farmacisti obiettori di coscienza.. [2].

In quatto città (Roma, Milano, Bari, Salerno), per ora, è stato attivato il “Soccorso Civile” (qua trovi i loro contatti). Questo servizio mette a disposizione dei medici pronti a fare la ricetta (per la “pillola del giorno dopo”) se i medici di una struttura pubblica si sono rifiutati di farlo. Inoltre “riceverai tutta l’assistenza necessaria per denunciare i medici e le strutture che ti hanno negato un tuo diritto” (cito dal loro sito che ti invito a consultare).

La contraccezione d’urgenza mediante il solo progestinico (Norlevo o Levonelle) è efficace, ben tollerata ed innocua.

Il metodo contraccettivo d’urgenza a base di ormoni estro-progestinici (che prevede di prendere 4 compresse, 2 il prima possibile e le altre 12 ore dopo, di una pillola come Evanor D o Novogyn 21) può, al contrario, provocare problemi vascolari seri nelle donne predisposte (ad esempio una flebite).

Norlevo/Levonelle, quindi, non provoca alcun effetto secondario grave e non ha alcuna controindicazione : può essere preso da tutte le donne.

Ricorda, però : Norlevo o Levonelle non servono a nulla se la gravidanza è già iniziata.

La contraccezione d’urgenza non è efficace al 100% e la sua efficacia è maggiore se viene presa il primo possibile dopo un rapporto non protetto. La percentuale di gravidanze evitate grazie al progestinico da solo (Norlevo/Levonelle) è pari a circa il 95%, purché sia preso nelle prime 24 ore dopo il rapporto sessuale non protetto. L’efficacia diminuisce fino al 58% se si prende fra le 48 e le 72 ore. Con il passare del tempo tende a ridursi sempre più... Ciononostante : Norlevo/Levonelle può essere preso fino a 5 giorni dopo un rapporto sessuale non protetto. Passati i 5 giorni è consigliabile farsi applicare un DIU (dispositivo intra-uterino : la "spirale"), che può funzionare anche come metodo contraccettivo d’urgenza (vedere il punto 2 qua sotto).

Fino al 2004 dentro la confezione di Norlevo c’erano due pastiglie che andavano prese così : una il prima possibile dopo il rapporto non protetto, la seconda dopo 12 ore dalla prima. Uno studio dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dimostrato che l’efficacia è la stessa anche prendendo le due pillole allo stesso tempo. Per questo motivo, ora, nella scatola di Norlevo si trova una sola pastiglia (con una dose doppia di farmaco).

Dentro la confezione di Levonelle si trovano, invece, due compresse... ma non importa : le due compresse di Levonelle DEVONO essere prese assieme, in una volta sola [3].

È tutto molto semplice. Riassumiamo :

- Norlevo : bisogna prendere la pastiglia il prima possibile dopo un rapporto sessuale non protetto

- Levonelle (le pastiglie sono due, ma...) : bisogna prendere LE DUE PASTIGLIE il prima possibile dopo un rapporto sessuale non protetto

Cosa può accadere dopo aver preso Norlevo/Levonelle ?

Si possono avere dei sanguinamenti. Questi sanguinamenti possono assomigliare alle mestruazioni ma non c’entrano nulla con le mestruazioni. Possono comparire 5-10 giorni dopo aver preso la contraccezione d’urgenza.

Gli altri sintomi possibili compaiono in genere 2-3 giorni dopo aver preso la pillola. Sono piuttosto rari e di poco importanti e fra questi abbiamo : nausea (20% dei casi), vomito (5% dei casi), stanchezza (20% dei casi), mal di pancia (15-20% dei casi), mal di testa (15-20% dei casi), vertigini (10-15% dei casi), gonfiore del seno (10-15% dei casi) e spotting - dei piccoli sanguinamenti vaginali- (meno del 5% dei casi).

Dopo aver usato una contraccezione d’urgenza (con Norlevo o Levonelle) si raccomanda di : 


- ricominciare ad usare il metodo contraccettivo che si usa di solito, ma IN PIÙ si deve usare il preservativo per i primi 7 giorni dopo aver preso "la pillola del giorno dopo" 


- se normalmente non prendete la pillola anticoncezionale, allora è bene usare il profilattico fino alla fine del ciclo in corso. Vi suggerisco anche di chiedere al medico che vi proponga un metodo contraccettivo permanente come pillola, DIU (dispositivo intra-uterino : la "spirale") o
 l’impianto contraccettivo.

In ogni caso :
se dopo 5-7 giorni dalla data prevista le mestruazioni non sono arrivate, è consigliabile effettuare un test di gravidanza.

2° la contraccezione d’urgenza con DIU (dispositivo intrauterino o “spirale” )

Farsi mettere un DIU in rame dopo un rapporto sessuale non protetto è un metodo di contraccezione d’urgenza molto efficace (meno dello 0.2% di gravidanze, -cioè 2 gravidanze su 1000-, a prescindere dal momento del ciclo in cui lo si mette). È possibile farsi mettere un DIU fino a 5 giorni dopo la data teorica dell’ovulazione (ovvero fino al 19imo giorno dall’inizio del ciclo). Il DIU al rame è il metodo più efficace e quello al quale si può ricorrere con più ritardo dopo un rapporto sessuale non protetto.

Vantaggi : passata l’urgenza, il DIU serve come metodo contraccettivo permanente.

Svantaggio : va messo da un medico.

Quale DIU farsi mettere ?
- Una donna che non ha mai avuto figli deve farsi mettere il dispositivo più facile da inserire (e con più rame possibile : dai 330-350 mm² di rame in su), ad esempio il DIU al rame "Multi-Safe CU 375 short". Non stupitevi : potete assolutamente farvi mettere un DIU anche se non avete avuto figli leggi l’articolo che lo spiega :. Per inciso : anche la Società Italiana della Contraccezione è d’accordo, infatti afferma : "...non è più controindicato l’inserimento dello IUD [cioè il DIU, o spirale] nelle nullipare [ovvero in chi non ha mai partorito], questo può essere solo un poco più difficoltoso dato le caratteristiche del collo uterino delle nullipare (qui trovi il loro sito
, dove puoi anche scaricare il documento con gli aggiornamenti sui DIU aggiornato al 2009 (Anno 2009, Numero 1).

- Una donna che è rimasta incinta ed ha partorito deve invece “solo” orientarsi sui modelli con più superficie di rame. Sono da consigliarsi, pertanto, quei modelli con almeno 330-350 mm² di rame (il numero accanto al nome della spirale indica la superficie di rame- [4]. (Leggi l’articolo sull’efficacia dei vari DIU)

Attenzione : : il DIU ormonale Mirena non va usato come metodo contraccettivo d’urgenza.

Quali effetti secondari possono manifestarsi dopo aver messo un DIU in urgenza ?

Se chi l’ha messo è un medico con esperienza, gli effetti collaterali sono in genere pochi : sanguinamenti lievi nelle prime ore dopo il posizionamento e crampi, simili ai dolori mestruali, che possono essere calmati con degli anti-infiammatori (es. ibuprofene, 400 mg, 3-4 volte al giorno ; lo si può prendere in farmacia senza ricetta).
Quanto si può tenere un DIU messo in urgenza ? Quanto si vuole... o quasi ! Il modello “T-Safe CU 380 A QL” può essere tenuto anche per 10 anni. Negli Stati Uniti si è deciso che lo stesso modello può essere lasciato per 12 anni !!!

Il DIU è un metodo abortivo (capace cioè di provocare un “mini-aborto") ?

No. Tutto questo è spiegato in dettaglio in un altro articolo.

Articolo di Martin Winckler
(Tradotto da Matteo Coen)


[1Può essere dato in maniera anonima e gratuita perfino alle minori nelle infermerie delle scuole)

[2Per la prescrizione della pillola del giorno dopo (come per la sua vendita) non è previsto il diritto all’obiezione di coscienza (conformemente alla legge 194 del 22 maggio 1978, la legge “sull’aborto”). C’è chi si “appoggia” al parere dato dal Comitato Nazionale per la Bioetica , che tuttavia non ha valore vincolante. Occorrerebbe (anzi) ricordare che il "Codice di deontologia medica", (16 dicembre 2006, "Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri") dice che "il medico, indipendentemente dalla sua abituale attività, non può mai rifiutarsi di prestare soccorso o cure d’urgenza e deve tempestivamente attivarsi per assicurare assistenza" e anche se "il medico al quale vengano richieste prestazioni che contrastino con la sua coscienza o con il suo convincimento clinico, può rifiutare la propria opera, a meno che questo comportamento non sia di grave e immediato nocumento per la salute della persona assistita e deve fornire al cittadino ogni utile informazione e chiarimento". In altre parole se non ve la prescrive/non ve la dà DEVE indicarvi chi lo può fare al posto suo (in altre parole non può fregarsene)... e se non c’è nessun sostituto deve farlo lui.

[3Ogni compressa contiene 0.75 mg (o 750 mcg) di levonorgestrel ; prendendone due otteniamo 1.5 mg, ovvero la dose di farmaco raccomandata dall’OMS per la contraccezione d’’urgenza.

[4Ad esempio : Gynefix (330 mm2 : può andare), Nova T 380, No Gravid (occhio al modello "P" con "solo" 300 mm2 di rame), Anticon 400, Multi-Safe CU 375, Multi-Safe CU 375 short, Neo Safe TCU 380, T-Safe CU 380 A QL

IMPRIMER
Imprimer


RSS - Plan du site  - Site conçu avec SPIP  - Espace Privé