logo Winckler’s Webzine
Le site personnel de Martin Winckler
logo

 Sommaire | Edito | In italiano | Courriers et contributions | Contraception et gynécologie | Radio et télévision | Lectures | Mes Bouquins | Les médecins, les patients, et tout ce qui s’ensuit... | WebTV | Être un(e) adulte autiste...
Recherche
In italiano > Contraccezione e ginecologia >


Le Mestruazioni : averle o no ? Domande e risposte !!!
DI MARTIN WINCKLER
Article du 30 juillet 2010

Molte lettrici del sito mi fanno domande sul legame che c’è fra contraccezione e mestruazioni. Altre si interrogano sull’importanza che hanno nella loro vita. Sono normali ? Anormali ? Regolari ? Irregolari ? Abbondanti oppure minime ?

In effetti non c’è una regola.

La regola... è la donna stessa.

Tutte le conoscenze di cui disponiamo ora dimostrano che l’assenza di mestruazioni nelle donne che portano un impianto o una spirale ormonale o in chi prende la pillola in maniera continua, non ha alcun effetto sulla salute... non più di quanto l’assenza di mestruazioni l’abbia sulle donne incinte !

L’articolo che segue si sforza di rispondere al maggior numero possibile di domande sulle mestruazioni. Cerca di farlo in maniera pratica e semplice. Quello che alla fine vuole dimostrare è che per quel che riguarda le mestruazioni le donne -oggi- hanno la possibilità di scegliere, e senza alcun pericolo, se averle o no.

Articolo aggiornato il 22 Marzo 2009

(Traduzione aggiornata il 30 Luglio 2010)

Siete state in tante a scrivere per farmi delle domande sulle mestruazioni. Vi ringrazio davvero tanto. “Tutto quello che avete sempre voluto sapere sulle mestruazioni senza aver mai osato chiederlo” (“Tout ce que vous vouliez savoir sur les règles sans jamais avoir osé le demander”), un libro alimentato dalle vostre domande, è stato da poco stampato nella collana “La santé en questions” per le edizioni Fleurus (“La salute in domande” ; questo libro non è -ancora- stato tradotto in italiano N.d.T.).

Grazie a tutte per le vostre domande ed il vostro sostegno.


Leggete il sommario di Tutto quello che avete sempre voluto sapere sulle mestruazioni...


Leggete l’articolo su le coppe mestruali


Perché le donne hanno le mestruazioni ?

Le mestruazioni sono un fenomeno ciclico profondamente legato all’ovulazione. Ecco, schematicamente, quello che accade durante il ciclo :

Il ciclo mestruale è quel periodo che va dal primo giorno della mestruazione al primo giorno della mestruazione seguente.

Alcune donne hanno cicli corti (21-23 giorni), altre lunghi (35 giorni), altre ancora hanno un ciclo di 28 giorni, altre -infine- un ciclo irregolare ed imprevedibile.
State tranquille : la stragrande maggioranza delle donne NON ha un ciclo di 28 giorni. Questo tuttavia non impedisce loro di essere perfettamente sane e fertili - anche se alcuni medici dicono il contrario...

Supponiamo che abbiate un ciclo di 28 giorni (ma il principio è circa lo stesso anche se avete un ciclo di 25 o 35 giorni), ecco quello che accade :

1° Durante la prima parte del ciclo (14 giorni) gli ormoni prodotti dall’ovaio preparano l’ovulazione ed ispessiscono l’endometrio (la parete interna dell’utero).

2° Il 14° giorno l’ovaio subisce una forte “scarica” di ormoni che gli fanno emettere un ovocita (la cellula riproduttiva femminile) ; l’ovocita passa, poi, dall’ovaio alla tuba di Falloppio, un condotto che comunica con l’interno dell’utero.

Se la donna non ha avuto rapporti sessuali non protetti fino a quel momento, l’ovocita muore entro un giorno. L’ovaio continua a produrre ormoni per circa 15 giorni. Dopo, smettono di essere prodotti. Non ricevendo più ormoni l’endometrio si “stacca” e viene eliminato : ecco le mestruazioni.

Se la donna ha avuto un rapporto sessuale non protetto nei giorni precedenti l’ovulazione, uno degli spermatozoi che sono già nella tuba può unirsi all’ovocita :
- l’ovulo (ovocita + spermatozoo) è trasportato verso l’utero e s’impianta nell’endometrio (la parete interna dell’utero)
- dopo l’impianto l’ovulo produce ormoni che si sostituiscono all’ovaio per mantenere intatta la parete dell’utero. L’endometrio, dunque, “resta attaccato” (evento indispensabile per lo sviluppo dell’embrione). Per questo motivo e non si hanno le mestruazioni.

Riassumendo :

Perché una donna abbia le mestruazioni è necessario che :

1° abbia prodotto un ovocita quindici giorni prima, e che

2° l’ovulo non sia stato fecondato da uno spermatozoo.

Quindi :

- ovulazione senza fecondazione => mestruazione

È quello che accade senza una contraccezione o in assenza di una gravidanza. Come dice un mio collega, consigliere coniugale : « La mestruazione è quando l’utero “cambia le coperte” in attesa di una nuova ovulazione ed eventualmente di una gravidanza ».
Lo stesso accade quando si porta il dispositivo intra-uterino (DIU, o ”spirale”) in rame : la donna ovula, ma il rame uccide gli spermatozoi prima che fecondino l’ovulo. Per questo motivo le donne che usano il DIU in rame hanno le mestruazioni : perché non vengono fecondate. Questo significa che il DIU ha un’azione spermicida e non “abortiva”. Se avesse un’azione abortiva le donne avrebbero sempre dei ritardi nelle mestruazioni, "in attesa" di quel “aborto precoce” di cui parla chi si oppone al DIU. Si dà però il caso che chi porta il DIU ha mestruazioni regolari e al momento giusto...

- ovulazione seguita da fecondazione => niente mestruazioni

È quello che accade durante la gravidanza ;

- niente ovulazione => niente mestruazioni

È quello che accade quando una donna non ha l’ovulazione(i) per una ragione(i) specifica/specifiche (pubertà ritardata, cicli lunghi, problemi di salute, menopausa...), ma anche se prende la contraccezione ormonale senza interruzione.

È ben noto, d’altra parte, che quando chi prende la pillola la sospende, comincia a sanguinare. Questi sanguinamenti non sono mestruazioni naturali. Sono quelle che i medici definiscono “emorragie da privazione”. Privato degli ormoni, il tessuto interno dell’utero si stacca... Il termine è inquietante : non si tratta di una vera “emorragia”, ma piuttosto dell’eliminazione del tessuto interno dell’utero (endometrio), che è imbevuto di sangue. In qualche modo lo si può definire una “muta” dell’endometrio.

I sanguinamenti fra due confezioni di pillole sono mestruazioni artificiali. Questi sanguinamenti non hanno alcun significato. In modo particolare : non vogliono assolutamente dire che chi prende la pillola non sia incinta ! E, per inciso : la settimana di sospensione della pillola è proprio la causa principale del suo fallimento

Perchè una pillola abbia la massima efficacia, infatti, non bisogna sospenderla affatto !!! Potete farlo (senza paura e senza correre alcun rischio) e avete tutto il diritto di pensarci. Se rinunciate alle mestruazioni quando prendete la pillola potete essere meglio protette ed avere una vita più comoda. Spiego il perchè QUI.


Di cosa sono fatte le mestruazioni ?

Le mestruazioni sono composte da cellule endometriali e sangue (non sono formate da sangue e basta). Le mestruazioni non hanno lo scopo di "ripulire" l’organismo. Si tratta solo di un rinnovamento dei tessuti : proprio come la caduta dei capelli coincide con l’apparizione di capelli nuovi e la pelle di un animale che fa la muta con una nuova pelle (anche la pelle dell’uomo si stacca, ma in maniera microscopica e quindi non si vede).


Perché certe donne hanno mal di pancia (o sotto i reni) durante le mestruazioni, ed altre no ?

I dolori che accompagnano le mestruazioni sono causati dai movimenti dell’utero che al momento del distacco dell’endometrio si contrae per eliminare sangue e tessuti. Sono le stesse contrazioni del parto. Alcune donne sentono male davanti (o nel basso ventre), altre sotto i reni... questo accade perché il cervello non percepisce sempre il dolore a livello dell’organo che soffre. Questo fenomeno è definito “dolore riferito” (esempi di questo fenomeno sono il dolore alla spalla sinistra durante l’infarto ed il dolore al ginocchio nelle persone con artrosi dell’anca...).
L’entità delle contrazioni dell’utero e del dolore sono diverse da una donna all’altra. Proprio per questo motivo alcune donne hanno mestruazioni insopportabili... mentre altre non sentono nulla ! I dolori mestruali spesso si fanno meno intensi grazie ad una contraccezione ormonale. Per questo motivo anche delle ragazze giovani prendono la pillola -pur non avendo bisogno di una contraccezione-.


Perché alcune donne hanno mestruazioni molto abbondanti ed altre no ?

Volume e durata della mestruazione dipendono sia dalla durata del ciclo che dal “profilo ormonale” della donna.
In alcune donne, le ovaie producono un po’ più di estrogeno che di progesterone. Queste donne hanno, in genere, il seno gonfio all’arrivo delle mestruazioni, che sono dolorose (...anche l’utero si gonfia), abbondanti e lunghe. Sono infatti gli estrogeni a favorire l’ispessimento dell’endometrio.

Altre donne producono un po’ più di progesterone che di estrogeno. Queste donne hanno mestruazioni corte, poco abbondanti e poco dolorose. Il progesterone, infatti, riduce lo spessore dell’endometrio.


Come possiamo alleviare il dolore delle mestruazioni ?

Prendendo una pillola combinata oppure una pillola contenente solo il progestinico. O, ancora, utilizzando un impianto o un DIU ormonale. Si può anche agire solamente sul dolore prendendo degli anti-infiammatori (o FANS : “farmaci anti-infiammatori non steroidei”- cioè senza cortisonici) in particolar modo l’ibuprofene, in vendita liberamente in farmacia (2 compresse da 200 mg ogni 4-6 ore). I FANS sono molto più efficaci del fluoroglucinolo sui dolori delle mestruazioni e sono da preferirsi all’aspirina che, pur essendo efficace su questo tipo di dolore, rischia di far sanguinare lo stomaco o di irritarlo (Il fluoroglucinolo è un farmaco che riduce le contrazioni dell’utero e quindi anche il dolore dovuto a queste ; N.d.T.).

Nota bene : se chi porta un DIU ha mestruazioni abbondanti e dolorose, può utilizzare i FANS per alleviare i dolori mestruali e diminuirne la durata. Il divieto di utilizzare i FANS per chi porta un DIU è una leggenda nata in Francia e mai dimostrata. Questo divieto non esiste da nessun’altra parte del mondo, e tuttavia resta ben presente nei discorsi dei medici e dei farmacisti francesi... (MW, francese, fa riferimento qui ad un “leggendario” divieto che vige in Francia, ma è assente in Italia ; N.d.T.). Leggi un articolo della rivista Prescrire sull’argomento (“Prescrire”, che significa “prescrivere”, è una rivista francese che fornisce informazioni -indipendenti- sui farmaci. Dal 1993 è finanziata interamente dagli abbonati, ed è priva di qualsiasi pubblicità o sponsor ; N.d.T.).


Tutti i sanguinamenti vaginali sono mestruazioni ?

No di certo. Molti altri fenomeni, oltre alle mestruazioni, possono dare dei sanguinamenti :
- infiammazioni o infezioni (spesso benigne) della vagina o del collo dell’utero
- anomalie dell’utero (fibromi, polipi) che rendono fragile l’endometrio
- infezioni dell’utero
- una pillola mal dosata (in questo caso si parla di “spotting”, vedi dopo)

Come posso sapere qual è l’origine di un sanguinamento anomalo ?
- Un sanguinamento vaginale raramente è isolato, ma è spesso accompagnato da altri sintomi.
- Un sanguinamento indolore dopo un rapporto sessuale, e senza altri sintomi, potrebbe essere causato da una pillola mal dosata (“spotting” vedere dopo) o da un’infiammazione localizzata del collo dell’utero
- Perdite e sanguinamenti accompagnati da bruciore o dolore durante i rapporti sessuali fanno pensare, invece, ad un’infezione vaginale (micosi, soprattutto)
- Sanguinamenti con crampi (come i dolori mestruali), perdite anormali e febbre fanno pensare invece ad un’infezione/infiammazione dell’utero

Sono gli altri sintomi, dunque, che permettono di interpretare un sanguinamento anomalo.

In ogni caso : occorre che il medico vi visiti per capire la natura di un sanguinamento.


Leggere il sommario di Quello che avete sempre voluto sapere sulle mestruazioni...


L’assenza di mestruazioni è sempre sintomo di gravidanza ?

No, certo che no. Sono molte le donne che non hanno cicli regolari (in particolare subito dopo la pubertà o prima della menopausa). Può, infatti, accadere che per alcuni mesi l’ovaio non produca ovuli. L’endometrio “aspetta il segnale dell’ovulazione” e continua a svilupparsi... e le mestruazioni si fanno attendere. Se la donna fa un test di gravidanza, sarà negativo. Dopo un tempo variabile (il ritardo può anche essere di 3-4 settimane) le mestruazioni arrivano, e sono più abbondanti del solito (perché l’endometrio si è ispessito più di quando accada normalmente).
L’ovulazione può essere ritardata anche in una donna che in genere è perfettamente regolare. Questo può succedere per nessun motivo particolare, o invece la causa può essere una morte in famiglia, un piccolo problema di salute o una malattia, un dimagrimento o un aumento di peso rapido, o -ancora- problemi in famiglia o al lavoro.
Detto questo, un aforisma medico dice : in assenza di contraccezione, un ritardo nelle mestruazioni è una gravidanza fino a prova contraria.
Prima dell’esistenza della contraccezione le donne sapevano bene che ogni tanto non avrebbero avuto le mestruazioni senza che questo significasse che fossero incinte. Ma capitava anche che invece desiderassero esserlo...

Occorre sapere che cento anni fa le donne avevano le mestruazioni meno frequentemente di quanto non le abbiano oggi. La loro salute era peggiore, mangiavano molto di meno... ed erano sempre incinte, o quasi !
Avere le mestruazioni ogni mese non è sempre stato considerato “normale”, al contrario di quello che molte donne credono,. Le mestruazioni inoltre non sono sempre state associate ad una “buona salute” come riferisce un articolo apparso nel 2001 sulla rivista Clio (una rivista francese molto nota di storia della donna ; N.d.T.) e di cui si può leggere il riassunto QUI.

Quello che è bene ricordare è che l’assenza di mestruazioni è solo un sintomo (a meno che la donna non sia incinta o non faccia uso di un sistema contraccettivo). Detto in un altro modo : è il segno che sta accadendo qualcosa. In sé non è un fenomeno pericoloso, né una malattia. L’ovulazione, infatti, è un fenomeno così sensibile che sono molti i fattori in grado di perturbarla. In questo modo, cioè, la comparsa delle mestruazioni viene ritardata (senza che la donna faccia uso di una contraccezione o sia incinta). Oggi, in ogni caso, la causa principale di riduzione o assenza di mestruazioni è l’utilizzo di un metodo contraccettivo ormonale (esclusa la gravidanza).


Se si sanguina quando si sospende della pillola, questo vuol sempre dire che non si è incinte ?

No. Le “mestruazioni” dovute alla sospensione della pillola non sono delle mestruazioni ma delle “emorragie da privazione”. Sono sanguinamenti dovuti al fatto che non si sta prendendo la pillola. La parete interna dell’utero, non più stimolata dagli ormoni della pillola, si stacca. Questo fenomeno può verificarsi, però, anche nella gravidanza...
Se avete dimenticato una o più compresse della vostra confezione di pillole, sanguinare nel periodo fra una confezione e l’altra non significa assolutamente che non siate incinte. Questo è vero soprattutto all’inizio della gravidanza. Nel dubbio : conviene fare un esame del sangue.


Perchè chi usa dei metodi di contraccezione ormonali a volte non ha più le mestruazioni ?

I metodi di contraccezione ormonale (pillole, patch, anelli vaginali, DIU ormonali, impianti) hanno due effetti principali :

1° Fanno credere all’organismo di essere già incinta.
È questo a bloccare l’ovulazione. Le donne che usano la pillola non ovulano e di conseguenza “non dovrebbero” avere le mestruazioni (e infatti chi prende la pillola in maniera continua non le ha). Cinquant’anni fa, quando furono messe in commercio le prime pillole, le donne associavano l’assenza di mestruazioni al fatto di essere incinte. Proprio per questo motivo coloro che fecero le sperimentazioni sulla pillola decisero che se ne dovesse sospendere l’assunzione per una settimana. Interrompere gli ormoni (contenuti nella pillola) causa, infatti, dei sanguinamenti. Questi però non derivano da un “ovulo prodotto e non fecondato”, ma solo dall’eliminazione dell’endometrio che non più stimolato dagli ormoni della pillola.

2° I metodi ormonali, tutti, contengono un progestinico che si oppone all’ispessimento dell’endometrio.
Per questo motivo in alcune donne che prendono la pillola e fanno la sospensione una settimana su quattro, l’utero ha poco da evacuare. I sanguinamenti sono spesso più corti e meno abbondanti (rispetto alle mestruazioni “naturali”). Per questo stesso motivo può anche accadere che chi prende la pillola non abbia affatto dei sanguinamenti durante la settimana di sospensione (e senza essere incinte !). L’assottigliamento dell’endometrio è un fenomeno che spiega perché la maggior parte delle donne che prende la pillola ha mestruazioni meno abbondanti rispetto a chi non la prende. Ma spiega anche perchè chi fanno uso di una contraccezione puramente progestinica, chi porta un impianto progestinico e chi porta un DIU ormonale (con il solo il progestinico) abbia poche mestruazioni, o nulla. Il loro endometrio è così sottile che non hanno nulla da eliminare. In compenso succede spesso che chi usa impianti o DIU ormonali ha gli altri sintomi “tipici” (si sentono indisposte qualche giorno prima, hanno dei crampi nel basso ventre), ma non ha sanguinamenti.


Perché alcune donne che usano la contraccezione hanno dei sanguinamenti continui ?

Sempre a causa dei progestinici. Se l’endometrio si assottiglia troppo perché il metodo contraccettivo ha troppo progestinico (per quella particolare utilizzatrice), alla fine diventa fragile e sanguina alla minima contrazione dell’utero (proprio come possono sanguinare le gengive se ci si spazzola i denti troppo forte... senza che questo voglia dire essere ammalati).
Un altro motivo di sanguinamento continuo possono essere delle continue contrazioni dell’utero.
I sanguinamenti ripetuti e frequenti, che si possono verificare in queste circostanze prendono il nome di “spotting”.

Quale può essere la causa di uno“spotting” ?

- una pillola inadatta
- un impianto (soprattutto durante i primi 6 mesi di utilizzo)
- un DIU ormonale(soprattutto durante i primi 2-3 mesi di utilizzo)

Come far scomparire uno “spotting” ?
- Cambiando la pillola (per una di tipo più “estrogenico”) o
- utilizzando dei FANS (farmaci anti-infiammatori come l’ibuprofene), nel caso di un DIU ormonale o di un impianto.

Come ho spiegato sopra : i FANS diminuiscono le contrazioni dell’utero. Queste, infatti, possono favorire il sanguinamento dell’endometrio se è troppo assottigliato (a causa degli ormoni contraccettivi).


E’ pericoloso non avere le mestruazioni ?

No. Se così fosse, le donne con cicli molto lunghi (e quindi mestruazioni poco frequenti) sarebbero “meno normali” rispetto a quelle con un ciclo di 28 giorni, e questo non è proprio vero. Al contrario : non avere le mestruazioni (o averne poche) è piuttosto un vantaggio : le mestruazioni abbondanti sono la prima causa di anemia nella donna (l’anemia è la diminuzione dei globuli rossi nel sangue dovuta alla perdita di ferro con il sangue mestruale.
Inoltre, nel periodo compreso fra la pubertà e la menopausa, i sintomi che si accompagnano alle mestruazioni (dolori al basso ventre, emicranie scatenate dalle variazioni ormonali...) sono fra i motivi più frequenti che spingono la donna ad andare dal medico.
Chi utilizza dei metodi che sopprimono le mestruazioni ritengono che non averle sia più comodo e... più economico (l’acquisto di fazzolettini ed assorbenti è una delle voci di spese più ingenti per le donne).

Leggere il sommario di Quello che avete sempre voluto sapere sulle mestruazioni...


Da dove viene l’idea che non avere le mestruazioni sia un pericolo per la salute ?

Dall’associazione fra mestruazioni e fecondazione. Una donna che non ha le mestruazioni in maniera regolare è spesso una donna che non ovula in maniera regolare (ricordatevi : per avere le mestruazioni occorre avere avuto una ovulazione due settimane prima ; inoltre : con “regolare” intendo “ad intervalli regolari”, non “tutti i mesi” : le mestruazioni possono essere normali anche se vengono ogni 6 settimane...). Generalmente, poi, si pensa che meno l’ovulazione è regolare, minore è la possibilità di avere una gravidanza. La questione, in realtà, è più complessa.
Le donne che hanno le mestruazioni ogni mese sono quelle che hanno le più grosse difficoltà a restare incinte (spesso perché è il marito a non essere fertile...). Quelle che invece non hanno le mestruazioni tutti i mesi, a momenti restano incinta a loro piacimento !
Quindi : l’equazione “mestruazioni = fecondità” è spesso falsa.
L’assenza di mestruazioni potrebbe dipendere da malattie che non ha nulla a che fare con gli organi della riproduzione. Diverse malattie possono impedire alle donne di ovulare - e quindi di avere le mestruazioni. L’assenza di mestruazioni viene quindi associata ad una cattivo stato di salute, inoltre è più frequente in chi prende alcun farmaci (in particolare neurolettici, tranquillanti ed antidepressivi).
Infine, la definiva scomparsa delle mestruazioni è sinonimo di menopausa, cioè la fine del periodo fertile. Questa è stata percepita per lungo tempo come la fine della femminilità. Anche oggi le donne non si sentono meno “femminili” dopo la menopausa, questo tipo di “equazione” è rimasto ben radicato nell’inconscio collettivo. Durante la menopausa molte donne aumentano di peso. Da questo fatto deriva l’idea che “quando le mestruazioni non ci sono più, il sangue (non più evacuato) si trasforma in grasso”, come si dice in campagna. Non tutte le donne ingrassano in menopausa, tuttavia questo contribuisce a dare un’immagine non troppo invitante della scomparsa delle mestruazioni...


L’interruzione delle mestruazioni mediante i metodi contraccettivi può impedire di avere figli ?

No. Non impedisce di avere figli, proprio come non lo impedisce l’essere incinte ! (Infatti : una donna incinta non ha le mestruazioni). I contraccettivi ormonali fanno credere all’organismo della donna di essere già incinta, e così non ovula. Questo però non blocca l’ovulazione in maniera definitiva. Studi americani hanno dimostrato che su 100 donne che interrompono la loro contraccezione, il 95% è incinta nei 12 mesi seguenti. La contraccezione, quindi, non mette in pericolo la fecondità.


Dopo la sospensione definitiva della pillola, le mestruazioni possono avere un po’ di ritardo ?

Certo che sì. Quando si sospende la pillola (o qualsiasi altro metodo contraccettivo ormonale) l’ovaio (al quale la contraccezione fa credere che la donna sia già incinta) si rimette a funzionare normalmente. Se prima di prendere la pillola la donna aveva un ciclo già regolare di suo, il ciclo ridiventerà regolare. Se invece il ciclo della donna era irregolare, lo ridiventa. Le mestruazioni a volte possono anche farsi attendere a lungo. Questo accade soprattutto in quelle donne che prendono la pillola fin dall’adolescenza e che non ricordano affatto, o quasi, se avevano cicli irregolari o no (prima di cominciare a prenderla ; N.d.T.). Accade spesso, infatti, che le mamme portino le proprie figlie dal medico perché prescriva loro la pillola per “regolare” le mestruazioni !!! (...e questo maschera il ciclo naturale, magari irregolare, della giovane donna).
Detto questo, quando una donna ritarda ad avere le mestruazioni subito dopo aver smesso il metodo contraccettivo, la prima spiegazione è... che sia incinta !


Non avere le mestruazioni favorisce lo sviluppo di un cancro ?

Beh, è piuttosto il contrario. Il cancro delle ovaie e dell’endometrio sono più frequenti nelle donne che non hanno figli, rispetto a quelle donne che ne hanno avuti tanti (maggiore è il numero dei figli, minore è la suscettibilità di sviluppare un cancro dell’ovaio o dell’endometrio).
Perchè ? Le “scariche” ormonali che fanno cominciare l’ovulazione determinano ogni mese delle moltiplicazioni cellulari nell’ovaio e nell’endometrio, e fra le cellule che si moltiplicano vi sono cellule potenzialmente cancerose.
Quando l’ovulazione è sospesa (come durante la gravidanza, o con una contraccezione ormonale), queste moltiplicazioni cellulari non avvengono. L’apparizione di cellule suscettibili a diventare cancerose è quindi molto meno frequente.
Possiamo dedurre, quindi, che sospendere l’ovulazione (come durante la gravidanza, l’allattamento e la contraccezione ormonale in tutte le sue forme) protegge contro il cancro dell’endometrio e dell’ovaio.
Sembra che il DIU in rame (che aumenta la durata delle mestruazioni) abbia anch’esso un effetto benefico poiché aumenta l’eliminazione delle cellule dell’endometrio ed in particolare di quelle potenzialmente cancerose.
Riassumendo : la maggior parte degli studi scientifici attuali ritiene che tutti i metodi di contraccezione abbiano più effetti benefici sulla salute che inconvenienti (ed in particolare nella prevenzione dei tumori).


Ma allora, se le mestruazioni non sono pericolose e non hanno che degli inconvenienti non bisognerebbe cercare di sopprimerle in tutte le donne ?

Non credo proprio. Questo equivarrebbe a rimpiazzare un dogma (“BISOGNA avere le mestruazioni tutti i mesi”) con un altro (“NON BISOGNA avere le mestruazioni tutti i mesi”). Sta alle donne scegliere quello che vogliono fare, e molto spesso hanno la possibilità di scegliere fra le due opzioni : avere le mestruazioni o no.
La vita delle donne è piena di “avvenimenti” naturali. Questi possono essere più o meno piacevoli per chi li vive, anche a seconda del periodo che si sta attraversando. Le donne che hanno mestruazioni dolorose e lunghe si sentono meglio con una contraccezione che diminuisce i sanguinamenti ed allevia il dolore. Altre scelgono di prendere la pillola in maniera continua per non avere le mestruazioni (o ancora optano per un impianto o un DIU ormonale). Altre ancora preferiscono avere le mestruazioni tutti i mesi e sospendono la loro pillola per 7 giorni o scelgono un DIU in rame.
Avete la possibilità di scegliere. L’ideale è che facciate questa scelta senza timore.
Vale per le mestruazioni come per la contraccezione : il metodo -ed il medico- devono adattarsi a voi. Non il contrario.

© Martin Winckler, 2008

(Tradotto da Matteo Coen)

Articolo aggiornato il 17 ottobre 2008

(Traduzione aggiornata il 20 Luglio 2010)

Per scrivere a Martin Winckler, cliccare QUI


figure -

figure Tube fertilisation

IMPRIMER
Imprimer


RSS - Plan du site  - Site conçu avec SPIP  - Espace Privé